Gemmano è un comune della Provincia di Rimini e appartenente alla Destinazione Turistica Romagna

Gemmano si localizza nella Valle del Conca e sul confine con le Marche, distante pochi minuti dalla costa. Il comune ha un’estensione di circa 19 km² e in molti tratti si caratterizza per un contesto paesaggistico ben conservato, infatti vanta la presenza delle uniche grotte naturali della Provincia di Rimini. Un territorio per lo più rurale dove la natura ne fa da padrone e il tempo sembra scorrere più lentamente; quello stesso tempo che ha segnato il paese in un modo indelebile con la Seconda Guerra Mondiale, essendo stato un avamposto cruciale.

Leggenda vuole che il nome Gemmano derivi da Gemma in mano. Si narra che un soldato etrusco sia stato ucciso dai romani mentre portava un anello alla fidanzata. Quindi le origini del nome potrebbero derivare dall’epoca romana. Sulle pendici della collina vi sono resti della civiltà romanica ancora non portati alla luce. Da reperti e documenti risulta che il luogo fin da allora venisse individuato come “fondo geminum”. Successivamente il comune appartenne ai Malatesta e quindi allo Stato Pontificio fino all’unità d’Italia. Sulle tre colline che dominano il territorio comunale vennero edificati i castelli di Onferno, Marazzano, Gemmano, dei quali ancora oggi esistono i ruderi in parte restaurati.

Leggenda vuole che Dante Alighieri, dopo aver sostato dal conte Ugolino della Faggiola mentre fuggiva da Firenze per andare a Ravenna, scendendo la valle del Conca, si sia rifugiato nelle grotte carsiche di Onferno (in origine chiamato Inferno) ed alle stesse si sia ispirato per scrivere il cantico.

it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian